In evidenza

Benvenuti!

L’Associazione Emma Rossi, costituita a San Marino nel dicembre 2012, promuove attività di ricerca, studio e formazione e alimenta il dibattito culturale sulla parità di diritti e di opportunità con particolare riferimento ai diritti delle donne; sulla scuola e la formazione; sui servizi sanitari e sociali; sullo sviluppo economico sostenibile e la salvaguardia dell’ambiente; sull’Unione Europea e per diffondere in Repubblica il sentimento della cittadinanza europea; sulla giustizia e l’ordinamento.

 

COMUNICATO STAMPA

L’interruzione volontaria di gravidanza è l’esito di un percorso di sofferenza di una donna o di una coppia.  La sofferenza umana merita rispetto, comprensione e solidarietà. Sempre.

L’interruzione volontaria di gravidanza a San Marino è reato e non è condivisibile che alla sofferenza si aggiunga la punibilità.

L’interruzione volontaria di gravidanza è un dato di realtà e non è tollerabile che si continui a fingere che non esista.

Tra qualche giorno i cittadini saranno chiamati a pronunciarsi con un Si o con un NO su una questione tanto delicata quanto complessa. Sarà un momento alto della nostra democrazia, ma anche la certificazione dell’incapacità delle istituzioni e delle forze politiche di assumersi la responsabilità di dare risposta a chi da tempo ha legittimamente proposto di affrontare la questione.

L’Associazione Emma Rossi ritiene che il confronto delle idee, specie in presenza di argomenti che pongono problemi etici e umani significativi, abbia bisogno di ragionevolezza, equilibrio e onestà intellettuale e di reciproco rispetto e lealtà. Non abbia bisogno invece di aggressività, di polemiche e di strumentalizzazioni, fino al punto di sfruttare la disabilità delle persone o la propria funzione pubblica.

L’obiettivo dovrebbe essere per tutti quello di uno Stato sociale laico che sappia tutelare e proteggere chi ha più bisogno d’aiuto e sappia rispettare la libertà di scelta delle persone anche riguardo alla propria vita e a quella della propria famiglia e, infine, sappia farsi carico delle proprie responsabilità in nome della comunità di cui è espressione.

Come scriveva Emma: “…E’ necessario umanizzare il potere, ripensandone le categorie, la nozione di profitto, i meccanismi della distribuzione della ricchezza, attribuendo all’individuo, donna o uomo, la centralità dei valori e la uguale libertà e dignità nel determinare le scelte riguardanti la propria persona…”  [Emma Rossi, 4° Conferenza Mondiale, Pechino, settembre 1995].

San Marino, lì 20 settembre 2021

                                                                                                                                                                         IL CONSIGLIO DIRETTIVO

La violenza e la parola: storie di donne nel mondo antico

L’ASSOCIAZIONE EMMA ROSSI  informa che mercoledì 20 novembre prossimo alle ore 21.00 presso la sala Guaita del Grand Hotel,  Città di San Marino avrà luogo l’annuale Lectio magistralis.

Il tema di quest’anno, in previsione anche della Giornata Internazionale contro la violenza alle donne,  è:

La violenza e la parola: storie di donne nel mondo antico

 L’Associazione ha invitato a trattare questo argomento il prof. Corrado Petrocelli,  Magnifico Rettore dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, già docente di Filologia classica ed Esegesi delle Fonti di Storia greca e romana.

Nella stessa serata verrà presentato il volume “Lectio Magistralis 2014-2018” edito da Bookstones, contenente le trascrizioni delle lezioni magistrali, promosse dall’Associazione a partire dal 2014 ed affidate nell’ordine alla scrittrice Dacia Maraini, alla prof.ssa Daniela Boscolo, al prof. Emerito Andrea Canevaro, all’arch. Andreas Kipar e al prof. Andrea Ugolini.

La partecipazione è libera e gratuita.

Visita guidata alla Pieve

La chiesa vecchia

Sembra sorta per l’Ellade nei lieti

giorni dei sommi eroi, dei gesti egregi,

e le sconvengon come sacrilegi

i simboli cristiani e i lai dei preti.

 

Intorno al coro e lungo le pareti

sotto meandri di corinzi fregi

stan gli Apostoli santi, e paion regi

omerici, filosofi o poeti:

 

Son quattro greche iddie che han fatto senno

e veston per pudore la faldiglia

le virtù cardinali, una per canto,

 

e Marino, affogato in un gran manto,

più che all’ispido dalmata somiglia

al barbuto figliol d’Apollo menno.

 

La chiesa vecchia come l’ha chiamata il Prof. Giuseppe Mastella in questi splendidi versi, la Pieve o Basilica del Santo, luogo civile e religioso insieme, sarà la meta della prossima visita guidata dell’Associazione Emma Rossi domenica 27 ottobre prossimo.

A guidare la visita saranno la dott.ssa Laura Rossi, studiosa di storia sammarinese,  e l’arch. Renzo Broccoli, autore degli studi più recenti sull’argomento,  che “racconteranno”  la Pieve dal punto di vista storico ed  architettonico.

Nell’occasione sarà possibile visitare la nostra Pieve anche in quegli spazi che non sono solitamente accessibili ai visitatori.

Il raduno dei partecipanti è previsto alle ore 15.00 nel piazzale antistante la Basilica.

La partecipazione è ad offerta libera ed è aperta a tutti.

Si raccomanda di prenotare comunicando il proprio nominativo ed il numero delle persone partecipanti entro venerdì 25 ottobre p.v.  con una telefonata o un sms ai numeri 335 5323012 (Patrizia) e 335 7346928 (Laura).

Visita guidata alla Pieve

15100_98_basilica-del-san.gif

L’ASSOCIAZIONE EMMA ROSSI  organizza una visita guidata della Basilica del Santo o Pieve nel pomeriggio di domenica 27 ottobre prossimo.

A guidare la visita saranno la dott.ssa Laura Rossi e l’arch. Renzo Broccoli i quali, grazie alle loro competenze professionali,  “racconteranno”  la Pieve dal punto di vista storico ed  architettonico.

Per l’occasione sarà possibile visitare la nostra Pieve anche in quegli spazi che non sono solitamente accessibili ai visitatori.

Il raduno dei partecipanti è previsto alle ore 15.00 nel piazzale antistante la Basilica.

La partecipazione è ad offerta libera ed è aperta a tutti.

A chi intenda partecipare si chiede la cortesia di comunicare il proprio nominativo ed il numero delle persone partecipanti entro venerdì 25 ottobre p.v.  telefonando ai numeri 335 5323012 (Patrizia) e 335 7346928 (Laura).